5 Strategie Internazionali

5 strategie internazionalizzazione

Benvenuti sul blog di Tenet Swiss. Nell’articolo di oggi parliamo di internazionalizzazione e innovazione: quanto può essere importante, per la tua azienda, superare i suoi confini italiani e affermarsi anche in un mercato estero? E, soprattutto, quali sono le strade da percorrere per trovare clienti?

Di seguito, ecco 5 soluzioni da valutare prima di iniziare a progettare il tuo sviluppo di business all’estero. Te le raccontiamo con il supporto di un articolo letto su worldtradecontacts.com.

1.     Export

Uno dei modi più rapidi per far entrare la propria azienda nel mercato internazionale è servirsi dell’esportazione di merci. Questa può essere di due tipologie:

  • a) diretta, è l’azienda stessa si occupa di tutti i processi dall’Italia;
  • b) indiretta, quando c’è qualcuno che si occupa con una presenza nel mercato.

In questo caso, oltre che gestire i processi, la sede estera si occupa di negoziazione e distribuzione della merce oggetto di export. Per sua natura, creare da soli una struttura per l’esportazione indiretta è quella più complicata e richiede un maggiore sforzo di risorse (soprattutto economiche).

A meno che non ti appoggi in outsourcing a chi ti guida, magari attraverso un paese come la Svizzera che ha accordi commerciali più aperti e convenienti verso la maggior parte dei paesi nel mondo. Non a caso, questo è il lavoro di Tenet Swiss (puoi chiedere un contatto qui)

2.     Investimenti diretti all’estero

Una soluzione alternativa all’export può essere quella di acquisire (parzialmente o totalmente) un’azienda estera già esistente. L’acquisizione, sebbene più onerosa in termini economici, è un investimento più sicuro: l’azienda è già radicata sul territorio, ha già una storia, un know-how da cui si può cominciare a lavorare.Inoltre, è possibile investire sulla creazione di una filiale di una società già esistente o di un consorzio. Anche in questo caso, è meglio non agire di inesperienza e appoggiarsi a chi ha già gestito questa strategia e ti mette a disposizione la sua esperienza, evitando errori.

3.     Acquisto di una licenza

Quando si acquista una licenza, l’acquirente si impegna a pagare delle royalties e portare avanti un business per un periodo concordato. Questa strategia funziona, quindi, con l’appoggio di un imprenditore già radicato nel paese di destinazione.Nonostante questo aspetto positivo, il lato negativo è che l’acquirente della licenza non diventa mai veramente parte della società madre, rimanendo ai margini.

4.     Franchising

Il franchising, o affiliazione commerciale, è la strategia perfetta per chi ha desiderio di fare impresa affiliandosi ad un brand già esistente/affermato. L’affiliato, oltre a versare una quota al franchisor, si impegna a mantenere il suo stesso “stile”, nonché prodotti, prezzi, pubblicità, eccetera.

5.     Joint venture

La quinta ed ultima strategia per internazionalizzare la tua azienda è creare una joint venture. Si tratta di un accordo tra due o più aziende che lavorano insieme per portare a termine un progetto (solitamente in un periodo di tempo prestabilito). Essendo partner, le aziende coinvolte condividono il capitale, la gestione, i guadagni.

Cosa ne pensi di quanto letto in questo articolo? Lascia un commento!

Ti piacerebbe portare il tuo business in un mercato estero? Ti mettiamo a disposizione la nostra esperienza diretta, un primo incontro non ti costa nulla e può realmente darti una nuova visione per la tua azienda!
Come fare?  Basta scrivere a Tenet Swiss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.